Fai il tuo Orto, Home

E’ arrivato il momento del RE ROSSO!

Se non hai ancora capito di chi stiamo parlando, fatti due domande: qual è l’ortaggio più presente nelle nostre tavole, soprattutto nella stagione estiva? Come sarebbero i tuoi ragù, le pizze o le insalate miste senza questo prezioso frutto che la natura ci ha regalato?

Ebbene sì, stiamo parlando proprio del pomodoro! Il procedimento di semina in semenzaio protetto diventa ideale a partire dal mese dal mese di marzo. D’altro canto, maggio è il mese perfetto per poter invasare le piantine che hai acquistato in vivaio o nei garden center, per cui hai tutto il tempo a tua disposizione per poterti organizzare ed immergerti in questa semplice, divertente e saporita avventura!Ogni pianta di pomodoro, per poter crescere e vivere in modo sano, necessita di spazio sufficiente per svilupparsi per cui se il luogo che hai pensato è un vaso circolare delle dimensioni di circa 30 cm, il nostro consiglio è di mettere a dimora una sola piantina. Al contrario, se sceglierai una fioriera del tipo rettangolare come raffigurato nelle illustrazioni, l’indicazione è di posizionarne due oppure tre al massimo.

Alcuni sostengono che il momento X per poter trapiantare le piantine in vaso è quando compaiono sul suo fusto almeno cinque foglie, segno inconfondibile che la pianta è tanto forte da sopportare e resistere ad un’operazione tanto traumatica e delicata come quella del travaso.

Per effettuare l’operazione di invasamento, ci siamo servite di un terriccio universale e lo abbiamo integrato con pillole di stallatico per aumentarne le proprietà di azoto, elemento efficace per una vigorosa crescita dei tuoi pomodori!

Attenzione!Durante la fase di crescita della pianta è opportuno mettere in pratica il passaggio della sfemminellatura o detta anche scacchiatura. Infatti, per permettere alla pianta di concentrare le forze nella produzione dei frutti, è consigliabile togliere quelle foglie (o simili a ramoscelli) che crescono tra fusto e getto facendo attenzione, ovviamente, a non togliere erroneamente quelle con gettiti floreali.

trusses-3264282_640pomodori pixaDopo che hai completato il vaso, accertati di sistemarlo in zona soleggiata.

Innaffia abbondantemente assicurandoti di non lasciar seccare la terra e ad ogni modo facendo attenzione a non inumidire le foglie poiché così facendo potresti favorire la formazione di funghi dannosi.

Nel vaso che hai scelto, qualora avanzasse dello spazio, puoi decidere di sfruttarlo anche con altre specie, cercando però di mantenere riserbo per le consociazioni; la tua pianta di pomodoro, infatti, sarà ben lieta di dividere la stessa dimora con cicorie, spinaci, lattughe oppure, come abbiamo fatto noi, con le carote.

Arriviamo al dunque e passiamo dalle parole ai fatti! Come potrai vedere dalle illustrazioni abbiamo invasato le piante sia in un vaso di piccole dimensioni (dalla forma allungata) sia in una fioriera rettangolare dove sono state posizionate due, tre piantine al massimo. Abbiamo fatto anche la scelta tra varietà diverse come ad esempio i Pachino, i San Marzano, i Ciliegino ed la varietà tipica lucchese detta Canestrino.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  1. Per prima cosa utilizza uno scarto di vaso e adagialo sul fondo del contenitore per fare in modo che la terra non fuoriesca dalle aperture, soprattutto durante le annaffiature.
  2. Seppur sia facoltativo, ti consigliamo di posizionare sul fondo del contenitore che hai scelto uno strato di argilla espansa per fare in modo che non si formino ristagni d’acqua, nemico irriducibile che potrebbe compromettere un buon risultato.
  3. Riempi il vaso con il terriccio e posiziona le piante ad una distanza di almeno dodici centimetri l’una dall’altra.
  4. Ricopri con altro terreno e premi con i polpastrelli delle dita sulla terra in modo da rendere stabile le piantine.
  5. A questo punto, spargi uniformemente sul terreno lo stallatico oppure altri elementi a tuo piacere che siano ricchi di azoto.
  6. Infine, dovrai procurarti delle comuni canne di bambù per favorire la crescita verticale del fusto e posizionarle come in figura. Fissale una con l’altra aiutandoti con del filo di ferro oppure uno spago.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon Verdelario e buona immersione nel mondo pomodoroso!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da oggi anche su YouTube

Annunci

4 pensieri riguardo “E’ arrivato il momento del RE ROSSO!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...