Fai il tuo Orto, Home

Coltivare la menta in vaso: tutti i segreti per farlo senza problemi.

Tra le erbe aromatiche, di cui abbiamo largamente parlato in uno dei nostri articoli precedenti, la menta è senza ombra di dubbio quella dall’aroma più intenso. A dar forza a questo concetto basta pensare al suo uso frequente: le sue gustose foglie, fresche oppure essiccate, si utilizzano correntemente in erboristeria per contrastare dolori generici e il mal di testa o per preparare cocktail come il mojito, olii essenziali e profumatori di ambiente; oltre a questo, si impiegano anche per insaporire carni bianche, preparare granite rinfrescanti, fare delle eccezionali frittate fino ad arrivare ad insalate e macedonie di frutta.

La menta appartiene alla famiglia delle Lamiacee ed è una pianta perenne sempreverde che resiste molto bene, ad eccetto degli eccessi, sia al caldo che al freddo per cui intraprenderne la coltivazione risulta essere più facile di quanto si possa pensare.

Attenzione! Alcune testimonianze di Greci e Romani hanno evidenziato alcune particolarità di carattere stimolante e afrodisiaco. Infatti pare che le spose, per esser più apprezzate dai loro mariti, componessero delle corone nuziali intrecciando fusti di menta.

Per iniziare questa avventura dovrai comprare le piantine in un vivaio oppure procedere mediante la riproduzione con la talea, ovvero tagliando un rametto da una pianta esistente e sistemandolo in un nuovo vaso per generarne una nuova.

Il contenitore dove metterai a dimora la pianta dovrà avere un diametro dai 30 ai 40 centimetri, sufficiente a far sviluppare la pianta. Dopodiché è preferibile mettere il vaso ad esposizione a mezz’ombra, cercando di mantenere il terreno sempre umido (evitando di bagnare le foglie). Per la scelta del terriccio dovrai indirizzarti verso un tipo di medio impasto; in alternativa andrà bene anche il terriccio universale purché tu decida di amalgamare alla terra del comune compost domestico.

Per questa avventura abbiamo scelto, tra le varietà disponibili, la menta piperita – nota per le numerose quantità di mentolo – e la Mentha Spicata ‘Moroccan’, adatta per realizzare i famosi infusi e tè di origine mediorientali.

Clicca sul  –> TUTORIAL <–  per vedere alcuni consigli pratici per la coltivazione della menta in vaso.

Come si prepara il tè arabo alla menta.

La curiosità di vedere e di assaggiare il tè arabo originale ci ha spinte a contattare la nostra cara amica Hedia, originaria della Tunisia, che ci ha fatto immergere per alcuni minuti nel magico modo arabesco trasmettendoci con interesse e passione alcuni trucchi per fare un buonissimo tè nel rispetto della tradizione. Hedia ci ha raccontato quanto sia normale accogliere gli ospiti con del buonissimo tè, utilizzando il tipico servito composto da vassoio, teiera (con il beccuccio allungato), tazzine, ciotola per la menta e zuccheriera. Si tratta infatti di una bevanda rinfrescante adatta a tutti i momenti della giornata, talvolta con proprietà disinfettanti, dal profumo intenso ed avvolgente.

Ingredienti (per 6 persone):

  • 1 litro di acqua
  • 2 cucchiai di tè verde in foglie. (Potrai acquistarlo nei negozi arabi oppure nei locali di scambio equo e solidale).
  • Zucchero q.b. (suggeriamo 2 cucchiai ma per i più golosi basterà aggiungerne qualcuno!)
  • 1 mazzetto di menta fresca.

Procedimento.

Aggiungi nella teiera dell’acqua bollente e una volta sciacquata svuotala; una volta eseguito questo passaggio dovrai riprendere la teiera e aggiungere 2 cucchiai di tè insieme all’acqua bollente, lasciando in infusione per 1-2 minuti.
Passato il tempo dell’infusione muovi velocemente la teiera in modo circolare per lavare e sciacquare le foglie di tè, e una volta fatto butta via l’acqua.
Aggiungi le foglie di menta e lo zucchero  e riempila di nuovo con acqua bollente, la teiera a questo punto va messa sul fuoco vivo per pochi secondi finché non vediamo  formarsi in superficie una schiuma chiara, indice che lo zucchero si è sciolto. Lascia il tè in infusione per circa altri 5 min.
Versa in un bicchiere il tè, e questo stesso vuotalo nuovamente nella teiera ripetendo il procedimento per 2/3 volte in modo da far sciogliere meglio lo zucchero.
Posiziona sul fondo del bicchiere un paio di foglie di menta e poi versa il tè dall’alto, in modo da far raffreddare prima l’infuso e per permettere che si crei uno strato sottile di schiuma sulla superficie.

A questo punto non rimane altro che lasciarvi delle fotografie che abbiamo fatto in memoria di questa giornata. Un ringraziamento speciale, per la gentilezza e la disponibilità, è rivolto ad Hedia: grazie!

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da qualche tempo anche su YouTube.

Annunci

2 pensieri riguardo “Coltivare la menta in vaso: tutti i segreti per farlo senza problemi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...