Fai il tuo Orto, Home

Barbabietola Rossa: tutto quello che c’è da sapere per la coltivazione in vaso.

La barbabietola rossa, in scienza Beta Vulgaris, è una pianta appartenente alla famiglia delle Chenopodiacea (come spinaci e coste) ed è conosciuta, a seconda della regione di provenienza, anche come rapa rossa, barba rossa e addirittura come carota rossa. Per avviare la coltivazione di barbabietola questo non sarebbe esattamente il periodo ideale ma si tratta di un ortaggio che vale la pena portare a termine, non solo per il colore intenso e il sapore inconfondibile che si sposa perfettamente con molteplici piatti anche di alta cucina, ma anche perché è facile da coltivare, osservando alcune semplici attenzioni.

Il clima ideale è quello mediterraneo, quindi non eccessivamente caldo né freddo ed è soprattutto in questo periodo che la barbabietola si adatta al meglio e produce un miglior prodotto; il momento migliore per la semina è quello primaverile ma tutto sommato se abbiamo fortuna di avere condizioni climatiche buone, si possono eseguire delle culture anche tardive. Sarà pertanto sufficiente evitare le prime gelate dell’inverno, tenendo conto che la raccolta avviene all’ incirca dopo un paio di mesi dalla semina, a seconda delle proprie necessità.

Attenzione! I modi di dire “testa di rapa” oppure “cavare il sangue da una rapa” derivano grosso modo dal medesimo significato ed indicano quanto la rapa, se consumata da sola, costituisca un cibo di scarso valore (soprattutto calorico). Questi proverbi, dunque, significherebbero, in senso lato, che è impossibile pretendere risultati apprezzabili da chi è palesemente incapace di produrli.

beetroot-2512479_640La barbabietola è la varietà più adatta, insieme a poche altre, alla coltivazione in vaso poiché ha la capacità di riuscire a crescere in maniera ottimale anche in piccoli spazi, purché il contenitore sia profondo almeno 25-30 cm e che permetta alla radice di potersi sviluppare correttamente.

Il terriccio, di tipo universale, dovrà essere preceduto da uno strato di argilla espansa per evitare eventuali ristagni di acqua che ahimè potrebbero contribuire a far marcire la pianta. Così come sarà importante procedere con una piccola accortezza: il terriccio dovrà essere umido, così come le irrigazioni continue e costanti, senza eccessi. E‘ comunque consigliato di integrare il terriccio con del concime organico come il compost. Ottimo anche l’impiego di cenere, mentre non consigliamo l’utilizzo di letame poiché in sostanza darebbe alla radice un sapore…  Particolare!

Se vuoi partire dalla semina in vaso, acquista in vivaio oppure anche al supermercato i semi, dove li potrai trovare anche biologici, dopodiché dovrai creare delle buche profonde circa un paio di centimetri al cui interno posizionare dei semi. Probabilmente non tutti  ce la faranno a proseguire la crescita ma se così non fosse, appena i primi esemplari inizieranno a germogliare, dovrai procedere con il diradamento per permettere soltanto alle piante che ti appaiono più resistenti di poter proseguire la fase di sviluppo.

Se invece vuoi risparmiare tempo, come del resto abbiamo fatto noi, potrai acquistare le piantine in un garden center oppure farlo semplicemente acquistandole on line dal sito piantine da orto che ti permetterà di ottenere la tue piante di barbabietola direttamente a casa. Si rivelerà di particolare aiuto, per evitare l’infestazione di erbacce varie, l’esecuzione di una pacciamatura intorno alle piante, magari usando della paglia comune.

Attenzione! Le tue barbabietole saranno pronte quando inizierai a vedere parte della radice emergere in superficie; dovrai soltanto fare attenzione ad evitare che la radice raggiunga dimensioni troppo grandi per far sì che non risulti duro e legnoso.

Le rape hanno un così ridotto contenuto calorico, ricche di vitamine e sali minerali, tanto da essere inserite in qualsiasi tipo di dieta. Secondo alcuni studi, grazie alle sue numerose proprietà, sarebbe perfino capace di prevenire il cancro o addirittura contrastarlo.

Vediamo a questo punto quali sono i passaggi da fare per avviare la coltivazione di barbabietole rosse in vaso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da qualche tempo anche su YouTube.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...