Fai il tuo Orto, Home

Borragine: come si coltiva in vaso.

La borragine, in scienza borrago officinalis, appartiene alla famiglia delle Boraginaceae ed è un’erba che cresce spontanea lungo tutto il territorio europeo, Italia compresa. Si tratta di una pianta erbacea annuale a portamento eretto, dotata di un fusto centrale da cui si sviluppano le varie ramificazioni.

Trattandosi di una pianta molto diffusa che si propaga autonomamente (anche con capacità infestanti), non vi è necessità di particolari cure, se non quello di ricordarsi di somministrarle via via qualche irrigazione.

Questa pianta, con i suoi meravigliosi fiori che vanno dall’azzurro al blu intenso, arriva a raggiungere mediamente mezzo metro di altezza e viene inclusa tra le piante aromatiche, tanto da essere impiegata sia in cucina sia come pianta officinale grazie alle sue numerose proprietà positive. Le foglie devono essere raccolte poco prima del suo utilizzo, poiché appassiscono facilmente, sono ottime per la preparazione di infusi, adatte a combattere tosse e infiammazioni bronchiali, ed hanno un sapore inconfondibile e gustoso. Vengono consumate preferibilmente cotte, lesse, saltate in padella oppure aggiunte semplicemente ad un minestrone.

Attenzione!  Era solito, per gli antichi romani ma anche per i celti, aggiungere alcune foglie di borragine nei loro bicchieri di vino; ciò avrebbe potuto infondere coraggio e buon umore.

borage-1330033_1280

Se è tua intenzione avventurarti nella fantastica iniziativa “metti anche tu una borragine sul balcone”, ti consigliamo di partire dalla coltivazione per seme dal momento che questa pianta non sopporta bene il trapianto. Sarà sufficiente attendere la fioritura per poi prelevarne i semi! Mettendoli a dimora in primavera potrai iniziare a raccoglierla in estate, tanto che dopo solo otto settimane potrai prelevarne le prime foglie.

Attenzione! Non è consigliato l’utilizzo della borragine alle persone che hanno problemi di fegato, ma anche alle donne in gravidanza o nella fase di allattamento.

Per ottenere un terriccio soffice e drenato, adatto alla coltivazione in vaso di questa pianta, potrai utilizzare uno strato di argilla espansa o anche cocci di vaso da adagiare sul fondo del contenitore. Dal momento che la borragine si svilupperà velocemente dando vita ad una pianta rigogliosa, dovrai occuparti di farla crescere in un vaso che le permetta un’espansione modesta, tanto più nell’apparato radicale. Una volta effettuato il travaso, posiziona il vaso a pieno sole o a mezz’ombra e procedi con irrigazioni regolari in grado di garantire un sufficiente approvvigionamento nei periodi più caldi.

E’ quindi arrivato il momento di scoprire come avviare la coltivazione di borragine in vaso attraverso alcuni semplici passi.

Procurati la piantina di borragine (noi le abbiamo acquistate online attraverso il sito l’orto fruttifero) ma potrai trovarla facilmente anche nei garden center. Prendi un contenitore capiente ed applica sul fondo alcuni buchi in modo da permettere una facile fuoriuscita dell’acqua in eccesso. Posiziona sul fondo l’argilla espansa oppure usa alcuni cocci di vasi rimanenti, dopodiché aggiungi uno strato di terriccio. A questo punto estrai la pianta dal vaso di plastica in dotazione dando dei piccoli colpi all’esterno del contenitore.

Sistemala nel buco che hai creato all’interno del nuovo vaso. Ricopri il tutto con una quantità di terriccio arrivando a 3-4 cm dal bordo del vaso e premi sul terreno per rendere stabile la pianta.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da oggi anche su YouTube

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Borragine: come si coltiva in vaso.”

  1. qui in Liguria le usiamo tantissimo, molto buono è il risotto con le borragine. Sono anche piuttosto infestanti, se le metti in un orto ne troverai a miliardi per miliardi di anni! ho provato a mettere le aromatiche nei contenitori di metallo che sono belli ma da me si scaldano troppo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...