Approfondiamo Insieme, Home

Il fiore perfetto per la commemorazione del 2 novembre

Diciamo la verità. Questo giorno, più che sembrare una festa, il più delle volte si rivela un’occasione triste: mentre da un lato siamo felici che il nostro caro abbia trovato pace, dall’altro si contrappone la cruda realtà, e cioè che la scomparsa della persona da noi amata ha creato più un vuoto e un dolore, piuttosto che una gioia. Pertanto, anche se il 2 novembre è comunemente chiamato “festa dei morti”, sarebbe opportuno e giusto che venga definito il giorno della commemorazione.

La ricorrenza del 2 novembre, dal latino Commemoratio Omnium Fidelium Defunctorum, viene celebrata dalla Chiesa Cattolica il giorno successivo in cui vengono ricordati tutti i Santi, con lo scopo di permettere alle anime dei fedeli defunti, che non sono stati in grado di purificarsi da peccati di varie entità, di poter espiare le colpe mediante la preghiera.

Attenzione! Una credenza di origine pagana racconta che nella notte tra il 1 e il 2 novembre, le anime dei defunti facciano ritorno dall’al di là e si cibino degli alimenti dei vivi; è questo il motivo per cui in qualche Regione del Nord Italia viene lasciata disponibilità di acqua e di cibo.

Ma questo, ahimè, è anche il giorno del valzer dei parenti che si affacciano sulle soglie cimiteriali, non per portare il loro pensiero al caro che è scomparso, bensì per fare a gara a chi ha la tomba più bella o il mazzo di fiori più pomposo. Ebbene sì, perché in questa giornata si danno e ricevono vere e proprie lezioni di stile e quindi meglio essere preparati.

Esiste un fiore che in questa giornata, assieme al garofano e all’orchidea, viene richiesto più di altri. Stiamo parlando del crisantemo.

Nonostante il suo significato sia fiore d’oro, è stato scelto come fiore rappresentativo di questa giornata perché in Italia è uno tra i pochi a fiorire proprio alla fine di ottobre. Una strana contraddizione, tanto più che in Oriente rappresenta il fiore prediletto per tutti i festeggiamenti e quindi distante dal senso di lutto.

Il crisantemo appartiene alla famiglia delle Asteraceae Compositae ed è una pianta perenna suffruticosa della quale esistono numerose varietà, circa 200 specie, che differiscono tra loro soprattutto per il colore e l’altezza.

Si tratta di una pianta che non soffre particolarmente il freddo e preferisce essere posizionata in zone soleggiate e sufficientemente ventilate in modo da contrastare l’avvento di muffe o che le radici marciscano. Il terreno ideale è caratterizzato da un terriccio ben drenato di medio impasto. Potrai acquistarne dello stesso tipo somministrato per gerani e piante fiorite. Ad ogni modo si consiglia una modesta pacciamatura in modo da proteggere la pianta in caso di improvvise escursioni termiche, tipiche di questo periodo.

Per questo tipo di coltivazione, l’irrigazione è fondamentale; è una pianta che ha bisogno di essere innaffiata regolarmente, ma cercando di evitare di bagnare le sue foglie.  Il solito segnale è dato dal tastare con il palmo della mano il terreno: se appare umido, non sarà ovviamente necessario effettuare l’approvvigionamento idrico.

Quindi non rimane altro da fare che acquistare, proprio in questo periodo autunnale, una delle meravigliose varietà di crisantemo, che vanno dal colore rosa con centro giallo, dal giallo screziato di rosso oppure dal semplice e bianco.

La pianta di crisantemi va sistemata in un vaso sufficientemente grande (potrai scegliere anche delle comuni cassette) con profondità di almeno 30/35 cm. Prima di inserire il terriccio, si raccomanda di adagiare uno strato di ghiaia o argilla espansa in modo da permettere all’acqua di defluire senza formare ristagni.

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da un po’ di tempo anche su YouTube.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...