Approfondiamo Insieme, Home, Le nostre Ricette

Cenci di Carnevale. La ricetta tradizionale toscana.

Il carnevale è una festa che porta gioia ed allegria, dove è possibile ammirare ed indossare travestimenti sempre più originali. Dalle nostre parti – in Lucchesia – è un’occasione particolarmente attesa sebbene il fulcro più rilevante di questa manifestazione folcloristica sia ben rappresentato dalla vicina città di Viareggio.

I carri allegorici, che vengono preparati con dedizione e cura dal lontano 1800, sfilano lungo la via principale della città tra musica, cori, lanci di coriandoli e stelle filanti tanto da farlo diventare un evento spettacolare tra i più belli e grandiosi del mondo. La città gode di un mese intero di feste continue, con lo sfoggio di carri giganteschi, feste rionali e parate in maschera che ripagano il duro lavoro, andato avanti per mesi, di preparazione ed organizzazione.

In questo periodo di grande festa è solito preparare, grazie ad alcuni buongustai dell’antica Roma, un dolce fritto o cotto al forno, friabile, composto da sfoglie croccanti ricoperte di zucchero a velo dal sapore inconfondibile e tipico della cultura toscana: i cenci.

january-633651_640Questa ricetta, che si presenta con alcune varianti a seconda del luogo dove ci troviamo, è presente lungo tutto il territorio nazionale noti come chiacchere, bugie, galani o frappe. Non possiamo goderci a pieno il Carnevale se non assaggiamo i tradizionali cenci, tanto invitanti quanto deliziosi!

Vedrai, in pochissimo tempo e con la minima difficoltà, potrai presentare il tuo vassoio colmo di questi deliziosi dolci ricoperti di zucchero a velo! Ma andiamo a scoprire i passaggi, seguendo la ricetta toscana, che ti serviranno per realizzare i cenci di Carnevale.

Ingredienti per 4/6 persone.

  • 500 gr Farina di tipo 00
  • 150 gr Zucchero semolato
  • 50 gr Burro
  • 2 uova intere
  • 1 bicchiere piccolo di Sambuca
  • Olio di semi di mais q.b.
  • Zucchero a velo vanigliato q.b.
  • Sale q.b.

Procedimento.

Lavorazione dell’impasto senza sforzo. Procurati un robot da cucina ed unisci all’interno gli ingredienti, avvia la macchina e lascia impastare per diversi minuti ovvero fino a che il composto non risulti completamente amalgamato ed uniforme.
Lavorazione dell’impasto con probabile sforzo. Procedi formando una fontana con la farina setacciata e versa al centro ingredienti quali lo zucchero, le uova precedentemente sbattute, olio q.b. e mano a mano unisci la Sambuca, il burro e un pizzico di sale, iniziando subito ad impastare con le mani utilizzando soprattutto i polpastrelli delle dita per facilitarne la lavorazione. Dovrai proseguire con questo procedimento manuale fino a che l’impasto non risulterà liscio, omogeneo e sufficientemente elastico.

A questo punto amalgama il composto fino a creare una palla, rivestila con un canovaccio o con un pezzo di pellicola da cucina e lasciala riposare per circa mezz’ora.

Stesura dell’impasto senza sforzo. Ovviamente, se hai il tunnel carpale compromesso, la tecnologia può venirti in aiuto e per tirare e stendere la pasta, ad uno spessore di circa 2-3 mm, puoi utilizzare una comune macchina per pasta manuale con manovella sfogliatrice.
Stesura dell’impasto con probabile sforzo. In questo modo puoi procedere con la stesura dell’impasto sul piano di lavoro aiutandoti con un mattarello; prosegui fino a tirare la sfoglia ad uno spessore di circa 2-3 mm, poi ripiegala su se stessa e ripeti il procedimento di spianatura.

Procurati un coltello, o una rotella dentellata, ed inizia a dare una forma all’impasto che hai steso. E’ tradizione dividere l’impasto in strisce larghe rettangolari di circa 4 cm, praticando un’ulteriore taglio diagonale in maniera da ottenere una forma romboidale.

Cottura senza sforzo. Sistema i cenci in una teglia e cuocili in forno preriscaldato a 180° fino a quando non avranno raggiunto la doratura su entrambi i lati.
Cottura con leggero impegno. Versa l’olio di semi di mais in una padella e, quando è bollente, friggi i cenci un po’ alla volta, fino a quando non ti appariranno dorati prima da un lato e poi dall’altro.

Una volta cotti, scolali con una schiumarola e poggiali in un vassoio adagiandoli su carta assorbente per raccogliere l’eccesso di olio, dopodiché spolverali con zucchero a velo.
Aspetta che si freddino leggermente prima di essere serviti in tavola per la loro degustazione.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se vuoi organizzare una merenda tra adulti, ti consigliamo di degustare i cenci abbinandoli al buonissimo Vin Santo Colline Lucchesi D.O.C.

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da un po’ di tempo anche su YouTube.

Annunci

Un pensiero riguardo “Cenci di Carnevale. La ricetta tradizionale toscana.”

Rispondi a Pina Chidichimo Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...