Approfondiamo Insieme, Fai il tuo Orto, Home

ARANCE: Quali sono le migliori in commercio?

Il clima mite, la conformazione e la natura del terreno spesso permettono all’Italia di presentarsi come il luogo ideale per la produzione d’ arance di ottima qualità.

Gli agrumeti più famosi sono situati in Calabria (in percentuale minore) e in Sicilia da cui provengono qualità pregiate come l’arancia Dop Ribera, il Sanguinello oppure la Moro, ovvero la più recente varietà di arancia rossa ma non possiamo togliere lo spazio che merita anche il Tarocco di Sicilia.

L’Italia si compiace di esser definita il giardino d’Europa per quanto riguarda la produzione d’eccellenza delle arance, tanto da potersi vantare di esportare fino a circa un milione di quintali. Tuttavia, conseguenza del processo di globalizzazione, siamo soggetti ad una massiva importazione (circa il doppio di quanto importato) che, come ovvio, incide negativamente sul prezzo e sulla qualità dei prodotti che troviamo abitualmente in commercio.

La pianta dell’arancio, in scienza Citrus sinensis, è una pianta sempre verde che ama i climi poco rigidi, appartenente alla famiglia delle Rutacee, ed è originaria della Cina e del sud-est asiatico. La sua coltivazione, con le sue innumerevoli varietà, può avvenire sia in campo aperto che in vaso.

Gli alberi di arancio sono particolarmente belli e quindi può rivelarsi una scelta ottima quella di sistemarne uno nel nostro giardino; infatti difficilmente superano i 15 metri, facilitando così le due occasioni annuali per la potatura. I suoi fiori orange-tree-1149584_1920appaiono particolarmente belli, si presentano di colore bianco ed emanano un profumo delizioso. Il suo frutto è l’arancia, che senza dubbio è l’agrume più diffuso al mondo. In esso ritroviamo un’alta concentrazione di proprietà e nutrienti come la vitamina C, fibre e sali minerali.

Quando si parla di arancio, è utile ricordare che questa pianta da frutto cresce in maniera ottimale in climi temperati-caldi, in zone poco ventose, ed è altresì bisognoso di un terreno di medio impasto, profondo e ben concimato. In inverno le innaffiature possono sembrare irrilevanti ma in estate, senza eccessi, dovranno essere costanti.

Abbiamo quindi tutto il tempo necessario per prepararci ad accogliere questo meraviglioso albero da frutto, giacché è possibile metterlo a dimora partendo dal mese di aprile e comunque quando il rischio di eventuali gelate sembra ormai alle spalle.

La raccolta delle arance viene effettuata a partire dal mese di ottobre fino alla fine del mese di maggio ma è ovviamente un processo che avviene in periodi diversi a seconda delle varietà e della zona geografica. E’ importante sapere che una volta raccolta, il frutto non matura ulteriormente. La scelta pertanto, al momento dell’acquisto, deve propendere verso un frutto che non si presenti troppo morbido al tatto (segno della sua eccessiva maturazione) e che la buccia, a maggior ragione se si intende impiegarla in cucina, non sia trattata. Ed ancora, la presenza delle foglie e del peduncolo, ci danno una precisa indicazione sul grado di freschezza del frutto selezionato.

Ma cerchiamo, attraverso questo approfondimento, di imparare a riconoscerle. Una prima suddivisione porta in primis a differenziare le qualità rossa da quella bionda. La prima, ottima per le spremute, è molto apprezzata per il contenuto polposo e la ricchissima presenza di antiossidanti; la seconda ha un succo più limpido e zuccherino, sono ideali per essere consumate fresche.

Quali sono, quindi, le migliori varietà di arance che è consuetudine trovare nei banchi di vendita?
Andiamo a scoprirle.

Hearty Brunch with the Ongs(1)

Sanguinello
Arancia dalla polpa rossa, quasi totalmente priva di semi e adatta a spremute, risulta essere molto succosa e poco zuccherina. La raccolta inizia a febbraio fino ad aprile, per questa ragione rappresentano le ultime arance della stagione.

Tarocco
Frutto dalla forte profumazione, senza semi, ricca di minerali e vitamine, riconoscibile per la bontà del succo dal sapore bilanciato tra il dolce e l’asprigno. Il periodo di maturazione e raccolta avviene a partire dal mese di dicembre fino ad aprile. La qualità Tarocco rappresenta l’arancia tipica da tavola poiché buona da mangiare e facile da sbucciare.

Moro
Qualità dalla polpa rosso scuro e quasi priva di semi, particolarmente adatta alla spremitura, la cui maturazione inizia i primi di dicembre fino a gennaio, nonostante il frutto esalti la proprie caratteristiche il mese successivo alla raccolta.

Washington Navel
Arancia a polpa bionda, senza semi e con sapore molto dolce, dalle benefiche proprietà digestive e diuretiche, possono essere consumate anche la sera grazie alla scarsa acidità. Il loro periodo di maturazione va da dicembre fino al mese di aprile.

Newhall
Specie dalla polpa arancio, completamente priva di semi e dal sapore a metà tra il dolce e l’acido, è tra le varietà maggiormente consumate poiché risulta essere ottima sia da mangiare che da spremere.
La maturazione è precoce e la raccolta ha inizio a novembre e termina a dicembre. Oltre agli usi consueti, questa varietà può essere destinata alla preparazione di marmellata e liquori. Le bucce, infine, sono l’elemento irrinunciabile per la preparazione di canditi.

Valencia
Si tratta di un agrume di colore arancio chiaro, presenta qualche seme e dalla polpa colore biondo arancio, molto succosa con zuccheri ed acidità elevati.
Ha una maturazione tardiva (fine aprile) ma viene raccolta fino a giugno inoltrato.

Ovale
Rappresenta una delle varietà di Arance a polpa bionda più pregiate, poco conosciuta ed altrettanto poco commercializzata a causa degli elevati costi di produzione. La polpa, molto succosa, dal sapore dolce e piacevole, è chiara con sfumature arancio-biondo ed è caratterizzata dalla poca presenza di semi. Il frutto inizia a maturare tardivamente, ovvero nel periodo che va da fine marzo sino ai primi giorni di giugno.

Congratulazioni, hai appena acquisito il master di primo livello in ARANCIOLOGIA!

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook, Instagram, e da un po’ di tempo anche su YouTube.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...