Fai il tuo Orto, Home

Ma tu che cavolo ne sai?

6 semplici trucchi per avviare la coltivazione di cavoli in vaso

In tutti gli orti a campo aperto, ma anche in moltissimi balconi o terrazze, è consuetudine in questo periodo seminare (o trapiantare) almeno una delle moltissime varietà di ortaggi che la natura ci offre. Negli articoli precedenti ti abbiamo indirizzato su come coltivare i pomodori in cassetta o come sistemare le tue zucche semplicemente in un contenitore-borsa.

Oggi, invece, intraprenderemo questa nuova avventura grazie alla presenza di un ortaggio dai colori intensi, il cui sapore delicato o deciso varia a seconda delle diverse specie che in sé vengono racchiuse: stiamo parlando del cavolo. Continue reading “Ma tu che cavolo ne sai?”

Fai il tuo Orto, Home

E’ arrivato il momento del RE ROSSO!

Se non hai ancora capito di chi stiamo parlando, fatti due domande: qual è l’ortaggio più presente nelle nostre tavole, soprattutto nella stagione estiva? Come sarebbero i tuoi ragù, le pizze o le insalate miste senza questo prezioso frutto che la natura ci ha regalato?

Ebbene sì, stiamo parlando proprio del pomodoro! Il procedimento di semina in semenzaio protetto diventa ideale a partire dal mese dal mese di marzo. D’altro canto, maggio è il mese perfetto per poter invasare le piantine che hai acquistato in vivaio o nei garden center, per cui hai tutto il tempo a tua disposizione per poterti organizzare ed immergerti in questa semplice, divertente e saporita avventura! Continue reading “E’ arrivato il momento del RE ROSSO!”

Fai il tuo Orto, Home

Un tesoro di zucca in una borsa!

Dare dello zuccone a qualcuno potrebbe voler dire che la persona in questione abbia principalmente una testa grande e grossa (come una zucca) ma anche così dura da far credere che sia ottusa. Essere “zucconi”, per l’appunto, non rappresenta un appellativo positivo ma essere amanti della zucca ti cambierà la vita!

Hai pensato subito alle zucche di Halloween e a quanto sia divertente decorarne una?
Noi no. Continue reading “Un tesoro di zucca in una borsa!”

Fai il tuo Orto, Home

Scopri come avere una sufficiente scorta di patate per tutta la famiglia con la coltivazione in vaso

Dopo il successo ottenuto dall’ insalata #special light , stavolta faremo  gli gnocchi #chef alla patata viola fatti in casa!

La patata è una pianta erbacea commestibile la cui comparsa risale in Europa intorno alla metà del XVI secolo, ottenuta dalla specie Solanum tuberosum, molto utilizzata a scopo alimentare tanto che nei nostri territori si contano più di 70 ricette a base di questo ingrediente! Oltre che ad avere un sapore buonissimo ed intenso, esse contengono numerose proprietà nutritive come vitamina C, potassio e carboidrati complessi, oltre ad essere ottime per contrastare malattie gravose come il diabete, ulcere, coliti e gastriti. Continue reading “Scopri come avere una sufficiente scorta di patate per tutta la famiglia con la coltivazione in vaso”

Fai il tuo Orto

Come coltivare le fragole in vaso sul balcone: guida semplice per principianti

La fragola è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosacee le cui molteplici varietà esistenti, circa 600, derivano dall’ibrido Fragaria x ananassa, nato nel 1776 dall’incrocio tra una specie cilena ed una nordamericana. Si distinguono essenzialmente per due aspetti: in base alla rifiorenza e alla dimensione dei suoi frutti.

Bisognerebbe chiedere ai bambini e agli uccelli che sapore hanno le ciliegie e le fragole.

Le fragole rappresentano per la maggior parte di noi il frutto preferito, e non solo per il classico abbinamento con la panna montata! Ma anche per il beneficio di essere degli ottimi antiossidanti tanto da rallentare l’invecchiamento! Carissimi, il tempo stringe… largo alla fragole, allora! Continue reading “Come coltivare le fragole in vaso sul balcone: guida semplice per principianti”

Fai il tuo Orto

Hai mai visto un prezzemolo portatile?

Ultimamente ci siamo chieste come mai esista il detto ”essere come il prezzemolo”, inteso come mettersi sempre di mezzo, intromettersi in tutto. La risposta è stata più che ovvia, dal momento che il prezzemolo viene largamente impiegato nelle più disparate preparazioni culinarie, tanto da esser ritrovato in quasi tutte le ricette.

Il prezzemolo è una pianta aromatica ricca di proprietà come vitamine e sali minerali, appartenente alla famiglia delle Apiacee. Predilige un clima di tipo mediterraneo quindi temperato, resiste al freddo ma non al gelo, preferisce essere posizionato a mezz’ombra.

Si tratta di una pianta a carattere biennale nel senso che dovrà essere sostituita in corrispondenza del secondo anno di vita, dopo che sarà avvenuta l’infiorescenza (morirà naturalmente come la Fenice in “Harry Potter”).  Continue reading “Hai mai visto un prezzemolo portatile?”

Fai il tuo Orto

C’è un momento per tutto: oggi è quello di coltivare la lattuga in cassetta.

La lattuga rientra senza alcun dubbio tra gli ortaggi più diffusi negli orti e tra quelli più utilizzati nelle cucine di ciascuno; questo grazie alla sua rapidità di crescita e anche perché appartiene alla categoria delle piante più semplici da curare. Nonostante sia comunemente conosciuta come insalata, in realtà sarebbe più corretto chiamarla lattuga, in quanto l’appellativo “insalata” riguarda piuttosto la sua modalità di impiego.

E’ presente in qualsiasi dieta, derivante dal suo minimo importo calorico e dalla forte presenza di minerali come fosforo, potassio, calcio, magnesio, ferro e vitamine. Non solo, il suo utilizzo è anche un’idea vincente per preparare un contorno semplice e veloce!

agriculture-1782437_640 pixabaySe sei intenzionato a comprare i semi per metterli a dimora, dovrai dimostrare di aver pazienza e fiducia dal momento che impiegherai circa un mese in più rispetto a quello che avevi previsto. In questo modo sarà come attendere la nascita delle tue piantine e avrai anche modo di pensare perfino ad un nome da dargli; diciamocelo, è sempre un momento emozionante!.

Se invece vuoi rendere più semplice e veloce la coltivazione della lattuga in cassetta ti consigliamo di procurarti direttamente le piantine in un garden center. Anche noi, per risparmiare tempo e fatica, ci siamo attenute a questo procedimento.

Attenzione! Grazie alla radici poco profonde della lattuga, puoi servirti di una cassetta che non sia troppo profonda, ragion per cui potresti sistemare le tue piantine addirittura in ciotole o barattoli! Le abbiamo perfino scovate trapiantate all’interno di un alternativo utilizzo delle grondaie, sistemate in veri e propri orti sospesi.

Tra le moltissime varietà di lattuga esistenti, quelle che sono maggiormente adatte alla coltivazione in cassetta sono quelle da taglio o da cespo. La lattuga coltivata in vaso necessita di un’esposizione a mezzo sole anche se in linea generale si adatta a tutti i tipi di clima, tranne che al freddo intenso. La coltivazione di questa specialità di ortaggio non necessita di particolari annaffiature:non dovranno essere eccessive ma è importante drenare il terreno, preferibilmente al mattino, in maniera costante e soprattutto quando appare visibilmente asciutto. In tal senso, una carenza eccessiva di acqua potrebbe indurre le piante a fiorire in anticipo e quindi “addio bella insalata”!

Vediamo allora quali sono i semplicissimi passaggi a cui dovrai attenerti per mettere in pratica una corretta coltivazione. Di seguito, attraverso lo slide show, troverai i passaggi con illustrazione.

  • Procurati una cassetta, preferibilmente in legno.
  • Recupera un paio di guanti e una paletta;in alternativa a quest’ultima, potrai utilizzare anche un cucchiaio, nel modo che ti abbiamo descritto in questo articolo .
  • Prendi le piantine di lattuga che hai acquistato nel tuo vivaio di fiducia.
  • Procurati un comune sacchetto di plastica del tipo biodegradabile e posizionalo sul fondo della cassetta; aiutandoti con un paio di forbici, fai ad esso dei piccoli tagli in modo da permettere la fuoriuscita dell’acqua in eccesso. Per le stesse finalità, in qualche occasione abbiamo visto utilizzare, al posto di quest’ultimo, un pezzo di rete da zanzariera.
  • Aggiungi sul fondo una quantità necessaria di argilla espansa per favorire un drenaggio ottimale dell’acqua.
  • Unisci il terriccio universale che ti sei procurato. Abbi cura di questa scelta optando per un substrato soffice e di buona qualità.
  • Adesso, una ad una, posiziona le piantine di lattuga nella cassetta. Crea dei buchi nel terreno, poco profondi, aiutandoti con la paletta o il cucchiaio.
  • Annaffia leggermente per inumidire il terreno. Le successive operazioni di irrigazione dovranno svolgersi bagnando le foglie il meno possibile.
  • Come ultimo passaggio, raccogli la lattuga in modo scalare via via che è pronta, tagliandola a circa un centimetro dal colletto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon Verdelario!


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento e ricorda che per restare in contatto con noi puoi iscriverti alla nostra newsletter o seguire la pagina Facebook.

Fai il tuo Orto

Cipolle e Violetta come insalata? Si può fare.

In ogni società in cui il progresso e lo sviluppo risulti essere particolarmente avanzato, accade che ci si possa trovare davanti a situazioni strane, al limite del bizzarro.

Ci riferiamo, ad esempio, all’evoluzione “poetica” che hanno avuto le bucce delle patate: in periodo di guerra mangiarle era spesso una necessità, mentre in quello di massima industrializzazione, venivano scartate e tirate nella spazzatura. Nelle cucine contemporanee, vuoi il benessere vuoi la ricerca estetica del piatto da presentare, le bucce delle patate vengono addirittura valorizzate andandole a friggere.

Tanto più va avanti il progresso, tanto più cambiano esigenze e voglia di cambiare il vecchio con qualcosa di nuovo. Si pensi, per esempio, all’uso di alcune varietà di insetti nelle nostre diete alimentari: oltre ad essere sempre più un’esigenza mondiale, il loro inserimento deriva anche da un bisogno della cucina contemporanea di evolversi e reinventarsi. Continue reading “Cipolle e Violetta come insalata? Si può fare.”

Fai il tuo Orto

Fare una cassetta aromatica in 3 mosse

In questo articolo ti facciamo vedere come sia bello ed utile, oltre che facile, comporre una cassetta di erbe aromatiche da esporre sul balcone o anche sul davanzale di casa. Sarà sufficiente un ambiente abbastanza illuminato e l’esposizione al sole nelle ore del mattino ed è fatta!
Le piante aromatiche che associamo in questo tutorial sono il rosmarino, la salvia e il timo.
Il lato positivo di avere in casa una di queste cassette, oltre ad emanare un gradevole profumo, è quello di poter aromatizzare i nostri piatti in maniera del tutto naturale.
Ti suggeriremo infine alcune indicazioni su come coltivarle ed impiegarle nel miglior modo. Gli aromi infatti, in qualche caso si ottengono sfruttando la foglia della pianta, in altri casi utilizzando i fiori o i semi e se ci pensi, nel caso dell’aglio è perfino il bulbo a regalarci il suo odore e sapore!
Quindi bando alle ciance e passiamo ai fatti! (versione toscana) ovvero “basta con le parole, e magari passiamo a fatti concreti!” (versione resto del mondo). Continue reading “Fare una cassetta aromatica in 3 mosse”

Fai il tuo Orto

Come coltivare l’aglio sul tuo balcone: la guida completa

Adesso che ti abbiamo insegnato a costruire la cassetta, contenitore delle tue produzioni biologiche, ti aiuteremo a coltivare, seminare e raccogliere l’aglio.

Si tratta di un’operazione molto semplice e poco costosa e quindi hai davanti a te l’opportunità più adatta per iniziare a metterti alla prova!

Benefici dell’aglio

Come saprai, l’aglio contiene molte proprietà positive: dalla benefica azione contro l’ipertensione, l’influenza e il raffreddore ad essere un ottimo antiossidante e antitumorale.

Inoltre, ti basterà un solo sospiro dall’alito corposo, per allontanare una persona a te antipatica, e non da meno, nessun vampiro potrà mai avvicinarsi intorno alla tua abitazione. Non perdiamoci quindi in chiacchiere ed iniziamo!

aglio
varietà di aglio

Scelta del bulbillo

La prima cosa da fare è scegliere il tipo di aglio che s’intende seminare, poiché ne esistono molte varietà. In particolare noi ti consiglieremo di decidere tra quello bianco, che resiste meglio al freddo, si conserva più a lungo e ha un sapore più forte, e quello rosa, che invece ha un gusto più delicato, si può coltivare soltanto nelle zone con clima invernale non troppo rigido ed è più sensibile all’umidità. Continue reading “Come coltivare l’aglio sul tuo balcone: la guida completa”